Il Caffè Michelangiolo a differenza di altri caffè letterari di Firenze ha avuto una storia relativamente breve dal 1850 al 1862. Quando naque non era considerato solo un ritrovo di artisti e pittori ma venne definito il quartier generale della pittura toscana.

Per i maggiori artisti dell'epoca che passavano per Firenze, fare tappa al Caffè era quasi un obbligo. La riapertura della storica Caffetteria, nella sua sede originale all'interno della galleria, riporta alla vita una cultura artistica Toscana e la possibilità di svolgere eventi culturali di artisti e personaggi storici. Il pubblico potrà ritrovare l'ambiente dell'antico caffè e una piccola mostra di famosi artisti che lo frequentavano.




2005 - Un progetto Aperion S.p.A.